Il Museo Ferrucciano
Il Museo dedicato al condottiero fiorentino Francesco Ferrucci fù inaugurato nel 1931; è un edificio di 3 piani di origine settecentesca ubicato nella centralissima piazza del paese.

L'attuale disposizione, voluta dall' allora Sindaco di San Marcello Pistoiese Savonarola Signori nel 1956, prevede 4 sale tematiche: Sala d'Armi, Sala d'Azeglio e della Battaglia, Sala Francesco Ferrucci (in cui è organizzata anche la biblioteca Ferrucciana) e la Sala dell'assedio e delle Bandiere.

1a Sala - Sala d'Armi

I questa sala sono state riunite le armi raccolte sul campo di battaglia di Gavinana donate dalla Famiglia Chelucci-Palmerini ed altre armi d'epoca donate dal museo fiorentino del Bargello. Di particolare rilievo, anche se non attinenti con i cruenti fatti d'armi, è la raccolta di monete d'argento toscane del XVIII secolo rinvenute nel territorio Gavinanase.

2a Sala - Sala Massimo d'Azeglio
La Sala è dedicata allo scrittore e uomo politico Massimo d'Azeglio che soggiorno ripetutamente in Gavinana traendovi ispirazioni per le sue opere letterarie come per il romanzo storico-patriottico Niccolò dei Lapi (1841).

3a Sala - Sala Francesco Ferrucci
In questa Sala è raccolto un cospicuo numero di documenti, incisioni ed altro materiale riferito all'eroe che forma la Biblioteca Ferrucciana. E' anche ricoradato il Principe d'Orange, Filiberto di Chalon che trovo la morte combattendo il Ferrucci nella battaglia comabattutasi a Gavinana nel 1530.

4a Sala - Sala dell'Assedio e delle Bandiere
Qui è ricordato il drammatico assedio di Firenze causa scatenante dei fatti d'armi vissuti da Gavinana. L' assedio viene ricordato anche con costumi e bandiere del "Calcio Storico Fiorentino", in memoria della partita giocata dai Fiorentini, in sprezzo del nemico, durante l'assedio della città.