Le celebrazioni Ferrucciane
LE CELEBRAZIONI FERRUCCIANE  si svolgono ogni anno nel primo fine settimana del mese di agosto, in coincidenza con l’anniversario della battaglia di Gavinana.
La tre giorni di festeggiamenti si apre nel luogo dove la memoria del Ferrucci è stata consegnata sempiterna alla storia: quella piazza non a caso intitolata al condottiero, dove si svolge un "processo"-dibattito a un personaggio illustre dell'epoca, scelto di anno in anno.
Il secondo giorno si svolge il mercato delle arti e mestieri in costume d’epoca, seguito dalla cena medievale e dalla Giostra degli Arcieri, in notturna: il risultato conseguito dai 4 Arcieri, abbinati ad altrettante Porte in cui è suddiviso il paese (Aiale, Pievana, Apiciana e  Castello), determina l'ordine di scelta del Cavaliere che l'indomani tenterà di conquistare l'ambito Palio Equestre.
La terza giornata, la domenica, inizia a San Marcello, con la sfilata in costume e la rievocazione dell’ultimo consiglio di guerra del Ferrucci, presso la casetta di Mezzalancia. La sfilata, alla quale partecipa tradizionalmente anche il Gonfalone del Comune di Firenze, si sposta poi a Gavinana, per gli onori a Francesco Ferrucci e la spettacolare esibizione degli sbandieratori di Gallicano chiude il programma mattutino. Nell pomeriggio la sfilata dei Cavalieri, accompagnati  dai figuranti in costume delle quattro porte, è seguita dalla sfida del Palio  degli Anelli. Cavalli e cavalieri si affrontano lungo un percorso per le anguste vie del borgo, tentando di infilzare con la lunga lancia una serie di anelli di dimensioni decrescenti, per conquistare il premio finale: il "Cencio" dipinto dagli artisti locali.